Mafia, domani l’interrogatorio dell’ex pm Natoli

0
47

(Adnkronos) – “Sono qui per fornire un resoconto ordinato degli accadimenti, come risultano dai documenti ufficiali dell’epoca, e non già da ricostruzioni inesatte, se non oggettivamente false, in alcuni passaggi, che sono state proposte in precedenza”, dall’avvocato Fabio Trizzino, genero del giudice Paolo Borsellino. E’ il 23 gennaio del 2024 e l’ex pm del pool antimafia di Palermo Gioacchino Natoli, è seduto davanti alla Commissione nazionale antimafia per replicare alle dichiarazioni fornite nei mesi precedenti a Palazzo San Macuto proprio dall’avvocato Trizzino, marito di Lucia Borsellino e legale della famiglia del giudice nei processi sul depistaggio sulla strage di via D’Amelio. Natoli a Palazzo San Macuto parla di “gravissime insinuazioni” e “accuse” che sono state mosse e ribadisce la sua “enorme sorpresa” per “le accuse di sostanziale infedeltà, se non addirittura più gravi” nei suoi confronti.