Turbolenza in volo scatena l’”inferno”, cosa è successo sul volo della Singapore Airlines

0
37

(Adnkronos) – Un volo normale fino a quando non “si è scatenato l’inferno”. Così un passeggero del Boeing 777-300ER della Singapore Airlines ha descritto quanto vissuto ieri a bordo dell’aereo colpito una violenta turbolenza mentre in viaggio da Londra a Singapore. Il velivolo ha subito un forte e improvviso sbalzo di quota (1800 metri in 5 minuti) che ha lanciato letteralmente in aria persone ed oggetti, costringendo i piloti a effettuare un atterraggio di emergenza a Bangkok. Un passeggero di 73 anni di cittadinanza britannica ha perso la vita per i traumi riportati, mentre decine sono le persone rimaste ferite. 

 

Il Boeing 777-300ER era a circa 10 ore dall’inizio del volo e a metà del servizio pasti quando ha incontrato una turbolenza mentre sorvolava il bacino dell’Irrawaddy in Myanmar, secondo la compagnia aerea. Andrew Davies, un passeggero a bordo del volo SQ321 che stava viaggiando in Nuova Zelanda per affari, ha detto a alla Cnn che era stato un volo “perfettamente normale” quando si è acceso il segnale della cintura di sicurezza e pochi secondi dopo “si è scatenato l’inferno”. “Sembrava che l’aereo fosse caduto. Probabilmente è durato solo pochi secondi, ma ricordo vividamente di aver visto scarpe, iPad e iPhone, cuscini, coperte, posate, piatti e tazze volare in aria e schiantarsi sul soffitto. Il signore accanto a me aveva una tazza di caffè, che mi è andata dritta addosso fino al soffitto”, ha detto Davies. 

L’uomo ha detto di aver realizzato la “gravità” della turbolenza quando si è voltato, descrivendo diversi passeggeri con tagli sulla testa, tra cui uno con “sangue che le colava sul viso” e un passeggero anziano in “grave shock”. “C’erano così tante urla”, ha raccontato. 

Video e immagini dall’interno dell’aereo hanno mostrato l’entità del danno, con i compartimenti sopraelevati spalancati e maschere d’ossigeno di emergenza che pendevano dal soffitto. Una foto di una cucina mostrava una sezione del soffitto aperta con parti dell’interno dell’aereo pendenti. Vassoi, contenitori, bottiglie di plastica e barattoli di bevande calde erano sparsi sul pavimento. 

Un morto e circa 70 feriti 

Un uomo britannico di 73 anni è morto nell’incidente per una sospetta condizione cardiaca, ha detto martedì il direttore generale dell’aeroporto internazionale Suvarnabhumi di Bangkok, Kittipong Kittikachorn, aggiungendo che il processo di autopsia è ancora in corso. L’uomo identificato come Geoff Kitchen. 

L’ospedale Samitivej Srinakarin di Bangkok, che ha accolto i passeggeri feriti, ha dichiarato che almeno 71 persone sono rimaste ferite, di cui sei in modo grave. Tra i feriti ci sono cittadini di Malesia, Regno Unito, Nuova Zelanda, Spagna, Stati Uniti e Irlanda. Kittikachorn, che ha ispezionato l’aereo, ha detto che alcuni passeggeri feriti hanno riportato fratture alle braccia. 

“A nome di Singapore Airlines, vorrei esprimere le mie più sentite condoglianze alla famiglia e ai cari del passeggero deceduto. Ci scusiamo profondamente anche per il trauma subito da tutti i passeggeri e i membri dell’equipaggio di questo volo”, ha dichiarato amministratore delegato di Singapore Airlines, Goh Choon Phong. 

Il Ministero dei trasporti di Singapore ha dichiarato in una nota che sta indagando sulla situazione che coinvolge il volo SQ321 e che il National Transportation Safety Board degli Stati Uniti sta inviando personale a Singapore per supportare le indagini. 

 

Il volo, che trasportava 211 passeggeri e 18 membri dell’equipaggio, aveva lasciato l’aeroporto di Heathrow di Londra intorno alle 22:30 ora locale, secondo i tracker di volo online. Era diretto all’aeroporto Changi di Singapore, ma l’aereo è stato dirottato a Bangkok dove è atterrato alle 15:45 ora locale, dopo aver incontrato una grave turbolenza. 

La turbolenza si verifica quando un aereo vola attraverso corpi d’aria in collisione che si muovono a velocità molto diverse. Con turbolenze leggere e moderate i passeggeri potrebbero avvertire una tensione sulla cintura di sicurezza e gli oggetti non fissati potrebbero spostarsi nella cabina. Ma nei casi più gravi, la turbolenza può scaraventare i passeggeri in giro per la cabina, provocando lesioni gravi e talvolta la morte. 

Una dichiarazione della compagnia aerea afferma che l’aereo “ha incontrato un’improvvisa ed estrema turbolenza sul bacino dell’Irrawaddy a 37.000 piedi, circa 10 ore dopo la partenza”. 

I dati del sito di monitoraggio dell’aviazione FlightRadar24 mostrano che il volo si è improvvisamente abbassato, quindi ha ripreso quota rapidamente per poche centinaia di piedi prima di ‘cadere’, salire di nuovo e infine stabilizzarsi alla sua quota di crociera. Secondo i dati, l’intera interruzione è durata circa 90 secondi. 

Il premier di Singapore, Lawrence Wong, ha promesso “indagini approfondite”. Su Instagram il premier conferma che “131 passeggeri e 12 membri dell’equipaggio a bordo del volo SQ321 sono tornati alle prime ore di oggi a Singapore” ed esprime “ancora una volta le più sentite condoglianze alla famiglia e ai cari della persona deceduta”.