Spagna, Irlanda e Norvegia riconoscono formalmente la Palestina

0
15

(Adnkronos) – Spagna, Irlanda e Norvegia riconoscono formalmente lo Stato palestinese. Il premier spagnolo, Pedro Sanchez, ha annunciato formalmente il riconoscimento, che dovrà essere approvato dal Consiglio dei ministri, sottolineando che questa “decisione storica” non è “contro qualcuno”, tanto meno contro Israele, “un popolo amico”, ma “riflette il nostro rifiuto di Hamas, un’organizzazione terroristica che è contraria alla soluzione dei due Stati”. Sanchez ha inoltre chiesto nuovamente un cessate il fuoco permanente, l’ingresso di aiuti umanitari a Gaza e il rilascio degli ostaggi ancora detenuti da Hamas. 

Anche l’Irlanda ha ufficialmente riconosciuto uno Stato palestinese. Lo ha affermato il governo in un comunicato, che ha approvato il riconoscimento in una riunione di gabinetto. “Il governo riconosce la Palestina come uno stato sovrano e indipendente e ha accettato di stabilire piene relazioni diplomatiche tra Dublino e Ramallah”, si legge nel documento. “Sarà nominato un ambasciatore d’Irlanda nello Stato di Palestina insieme a un’ambasciata d’Irlanda a Ramallah”. 

La bandiera palestinese è stata issata sull’edificio del parlamento irlandese. La missione palestinese a Dublino verrà trasformata in un’ambasciata, mentre, a sua volta, l’Irlanda trasformerà il suo ufficio di rappresentanza a Ramallah, in Cisgiordania, nella sua rappresentanza diplomatica si legge sul Guardian. . 

L’annuncio per quanto riguarda la Norvegia è stato dato con un comunicato dal governo di Oslo. Il ministro degli Esteri norvegese ha affermato che la giornata odierna rappresenta “una pietra miliare nel rapporto tra Norvegia e Palestina”, poiché il Paese riconosce ufficialmente uno Stato palestinese. 

“Per più di 30 anni, la Norvegia è stata uno dei più forti sostenitori di uno Stato palestinese”, ha detto Eide. “Ho fiducia che il governo palestinese continuerà il difficile lavoro di riforma e getterà le basi per governare sia la Cisgiordania che Gaza dopo un cessate il fuoco”. “È deplorevole che il governo israeliano non mostri segni di impegno costruttivo”, ha dichiarato il ministro degli Esteri. “La comunità internazionale deve aumentare il proprio sostegno politico ed economico alla Palestina e continuare il lavoro per una soluzione a due Stati”, ha aggiunto. 

Il primo ministro sloveno Robert Golob ha invece riferito che il suo governo discuterà giovedì la possibilità di riconoscere uno Stato palestinese. Lo riporta Ynet News.