Cambio al vertice di Schneider Electric Italia: Davide Zardo nominato nuovo Presidente e Amministratore Delegato di Schneider Electric Italia

0
73

(Adnkronos) – Stezzano (BG), 3 maggio 2024. Schneider Electric, leader mondiale nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione, annuncia che dal 1° giugno 2024 Davide Zardo subentrerà ad Aldo Colombi nel ruolo di Presidente e Amministratore Delegato di Schneider Electric Italia 

 

Davide Zardo porta con sé una esperienza diversificata, con un grande equilibrio tra vendite, marketing, innovazione e produzione. Veneziano, classe 1970, laureato in Ingegneria Meccanica, l’Ing.Zardo entra in Schneider Electric nel dicembre 2010 a seguito dell’acquisizione di Uniflair, azienda italiana specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di condizionatori di precisione, e sistemi di refrigerazione, assumendo il ruolo di Business Development Director per l’organizzazione Cooling di Schneider in EMEA.  

In seguito opera come Vice President della divisione Secure Power e poi, dal 2018, assume la carica di general manager dell’unità operativa di Pieve di Cento (Bologna) dedicata al business dell’illuminazione di emergenza, che ha rilanciato grazie a una trasformazione significativa a livello di marketing, ingegnerizzazione e produzione.  

Prima dell’acquisizione da parte del gruppo Schneider Electric, in Uniflair il manager ha ricoperto funzioni dirigenziali di crescente importanza tra cui direttore tecnico, direttore marketing e infine direttore dello sviluppo del business. Inoltre, tra il 2019 e il 2013, l’Ing. Zardo è stato presidente dell’Istituto Inarch Triveneto (Istituto Nazionale di Architettura), che persegue la promozione dell’architettura contemporanea nel territorio focalizzando sulla qualità della progettazione e sulla filiera integrata. 

Davide Zardo succede ad Aldo Colombi che, dopo 35 anni nel Gruppo – di cui 17 anni come Presidente e AD di Schneider Electric S.p.A. e 7 anni alla guida anche dell’organizzazione Centro Est Europa – ha raggiunto l’età pensionabile e quindi si ritirerà dall’attività lavorativa. Durante il suo lungo mandato, l’ Ing. Colombi ha guidato una importante trasformazione dell’azienda, rendendola un indiscusso leader di mercato in Italia non solo nel comparto della gestione dell’energia, ma anche in quello dell’automazione industriale, e creando inoltre solide basi per una crescita sostenibile del gruppo sia in Italia che nell’Europa Centrale e dell’Est.  

Oggi Schneider Electric è un gruppo che a livello mondiale conta oltre 150.000 dipendenti ed ha chiuso il 2023 con un fatturato di 36 Miliardi di Euro. In Italia vanta un’ampia e storica presenza con oltre 3.000 dipendenti. La sede principale si trova a Stezzano (BG), vi sono inoltre 5 siti produttivi, 8 sedi commerciali,4 Innovation Hub, un centro logistico integrato, un centro di competenza sulle tecnologie per l’illuminazione di emergenza, un centro di competenza dedicato alle tecnologie di cooling e un centro di competenza globale dedicato alle soluzioni per il mondo retail.  

Schneider Electric
 

L’obiettivo di Schneider è consentire a tutti di sfruttare al meglio le energie e risorse a disposizione, coniugando progresso e sostenibilità per tutti. Questo è ciò che chiamiamo Life Is On. La nostra missione è essere il Partner digitale per la sostenibilità e l’efficienza. Guidiamo la trasformazione digitale integrando tecnologie di processo e per la gestione dell’energia, leader a livello mondiale, connettendo dall’end-point al cloud prodotti, controlli, software e servizi, lungo l’intero ciclo di vita, consentendo una gestione integrata di abitazioni, edifici, data center, infrastrutture e industrie. Siamo la più locale delle aziende globali. Sosteniamo standard aperti ed un ecosistema di partner appassionati dei nostri valori condivisi di scopo, inclusività e valorizzazione delle persone. www.se.com/it
 

Contatti stampa  

 

Prima Pagina Comunicazione
 

Caterina Ferrara, Ivonne Carpinelli, Cristiana Stradella  

caterina@primapagina.it; ivonne@primapagina.it; cristiana@primapagina.it