Ucraina: Giulia Schiff, ‘da min. Difesa Kiev due medaglie, ora lascio fronte e smetto combattere’

0
24

(Adnkronos) – E’ volata in Ucraina per combattere contro l’aggressione russa fin dall’inizio del conflitto: si è arruolata come volontaria alla Legione Internazionale dell’intelligence ucraina, poi nel team Masada con l’esercito di Kiev, nelle Forze Speciali della Legione Internazionale, in seguito ha svolto volontariato con la sua fondazione. Giulia Schiff, l’ex pilota dell’aeronautica militare che denunciò di essere stata vittima di nonnismo nel ‘battesimo del volo’, ha ricevuto due medaglie e una lettera di ringraziamento dal ministero della Difesa ucraino per “il coraggio, l’abnegazione e l’audacia dimostrati sui campi di battaglia contro le forze di occupazione russe a favore dell’indipendenza ucraina”. Un impegno, il suo, che proseguirà presto in altri modi, primo su tutti l’impegno nell’opera di sminamento del territorio, ma non più in prima linea sul fronte: “Smetto di combattere in Ucraina. Il mese prossimo mi ritirerò dal fronte: il mio capitolo militare in prima linea in Ucraina è finito”, annuncia all’Adnkronos la stessa Schiff.