Sharon Stone ha perso milioni di risparmi dopo l’ictus del 2001: il racconto

0
36

(Adnkronos) – L’attrice statunitense Sharon Stone ha rivelato che le persone “si sono approfittate” finanziariamente di lei mentre si stava riprendendo da un ictus quasi fatale. Nel 2001, la star di Basic Instinct ha subito un ictus che le ha provocato un’emorragia cerebrale durata nove giorni, costringendola ad allontanarsi da Hollywood per sette anni per riprendersi completamente. “La gente si è approfittata di me in quel periodo”, ha dichiarato l’attrice a The Hollywood Reporter. “Avevo risparmiato 18 milioni di dollari grazie a tutto il mio successo, ma quando sono tornata a controllare il mio conto in banca, erano tutti spariti. Il mio frigorifero, il mio telefono: tutto era a nome di altre persone. Non avevo soldi”. 

Nonostante le difficoltà, l’attrice 66enne ha scelto di concentrarsi sugli aspetti positivi. “Ho deciso di restare presente e di lasciar andare. Ho deciso di non aggrapparmi alla malattia, all’amarezza o alla rabbia”, ha spiegato. “Se mordi il seme dell’amarezza, non ti lascerà mai. Ma se mantieni la fede, anche se quella fede è grande quanto un granello di senape, sopravviverai. Quindi, ora vivo per la gioia. Vivo per uno scopo” .
 

L’ictus ha cambiato radicalmente il funzionamento del cervello della Stone. “Un monaco buddista mi ha detto che mi ero reincarnata nel mio stesso corpo. Ho avuto un’esperienza di morte e poi mi hanno riportata indietro. Ho sanguinato nel cervello per nove giorni e il mio cervello è stato spinto in avanti. Non era posizionato nella mia testa dove era prima. E mentre ciò accadeva, tutto è cambiato. Il mio senso dell’olfatto, la vista, il tatto. Non ho potuto leggere per un paio d’anni. Molte persone pensavano che sarei morta.” 

In precedenza, la Stone aveva rivelato che i medici pensavano che stesse “fingendo” quella che si è rivelata essere un’emorragia cerebrale derivante dalla rottura di un’arteria vertebrale. Nel 2023, ha raccontato alla rivista Vogue: “Si sono persi con il primo angiogramma e hanno deciso che stavo fingendo. Il mio migliore amico li ha convinti a darmene un secondo e hanno scoperto che avevo un’emorragia nel cervello, in tutta la zona subaracnoidea e che la mia arteria vertebrale era rotta. Sarei morta se mi avessero rimandato a casa”. L’attrice ha detto che assume farmaci ogni giorno per affrontare la balbuzie e le gravi convulsioni cerebrali. Attualmente, Sharon Stone è membro del consiglio della Barrow Neurological Foundation negli Stati Uniti, che tratta “condizioni devastanti del cervello e della colonna vertebrale”.