Comunali, centrosinistra tiene Firenze e Bari e ‘prende’ Perugia e Potenza. Lecce, Rovigo e Vercelli al centrodestra

0
32

(Adnkronos) – Urne chiuse e spoglio in corso nei 105 Comuni andati al voto ieri e oggi per i ballottaggi. Il secondo turno si è svolto in 101 Comuni nelle Regioni a statuto ordinario, in un Comune in Sardegna e in tre Comuni in Sicilia. Secondo i dati del Viminale, è del 47,71% l’affluenza definitiva. Un dato che è in calo rispetto al primo turno, quando era al 62,83%. 

 

Il centrosinistra vince in tutti i 6 comuni capoluogo di regione. Al primo turno c’è stata la vittoria a Cagliari strappata al centrodestra con Massimo Zedda. Nei ballottaggi il centrosinistra conferma Bari con Vito Leccese e Firenze con Sara Funaro. Al centrodestra strappa Perugia con Vittoria Ferdinandi e Potenza con Vincenzo Telesca, al Movimento 5 Stelle Campobasso con Maria Luisa Forte.  

Sara Funaro, candidata di centrosinistra appoggiata al secondo turno anche dal M5s, è la nuova sindaca di Firenze con il 60,56%. In base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo, relativi a tutte le 360 sezioni, il candidato di centrodestra Eike Dieter Schmidt si è fermato al 39,44%. Entrano in consiglio, oltre a Schmidt, anche i candidati sindaci al primo turno Stefania Saccardi (Al centro Saccardi), Cecilia Del Re (Firenze democratica), Gabriellovic Dmitrij Palagi (Sinistra Progetto comune e Firenze ambientalista e solidale) e Lorenzo Masi (M5s). 

Conferma del centrosinistra a Bari con Vito Leccese nuovo sindaco. Il candidato, appoggiato al ballottaggio anche da M5S, ha ottenuto il 70,27% delle preferenze contro il 29,73% dei voti ottenuti, invece, dal candidato del centrodestra Fabio Romito. 

Marialuisa Forte è la nuova sindaca di Campobasso. In base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo relativi a tutte le 56 sezioni la candidata del campo largo (Partito Democratico, Alleanza Verdi e Sinistra e Movimento Cinque Stelle), ha battuto con il 50,97% delle preferenze al ballottaggio il candidato di centrodestra Aldo De Benedittis che ha ottenuto il 49,03% dei voti. 

Ribaltando l’esito del primo turno, Vincenzo Telesca, candidato del centrosinistra, appoggiato da Pd e altre liste civiche, è il nuovo sindaco di Potenza. Quando è stato completato lo scrutinio delle 77 sezioni del comune, ha raggiunto il 64,92%, mentre Francesco Fanelli, candidato del centrodestra, con lui al ballottaggio, si è fermato al 35,08%. Fanelli si è congratulato con Telesca per la netta vittoria al ballottaggio che riporta il centrosinistra alla guida del Comune di Potenza, dopo i cinque anni del sindaco leghista Mario Guarente. Fanelli ha augurato buon lavoro al nuovo primo cittadino.  

Laura Nargi, appoggiata da liste civiche, è la nuova sindaca di Avellino con il 51,84%. In base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo, quando sono state scrutinate tutte le 72 sezioni, Nargi ha ottenuto il 51,84% mentre il candidato del centrosinistra e del M5s Antonio Gengaro si è fermato 48,16%. 

A Caltanissetta il candidato di centrodestra Walter Calogero Tesauro è stato eletto sindaco con il 52,36%, prevalendo sulla candidata civica di area progressista Annalisa Maria Petitto, che si è fermata al 47,64%.  

Giandomenico Albertella è il nuovo sindaco di Verbania. Appoggiato da due liste civiche, Verbania Futura e Leali con Verbania, Albertella ha ottenuto al ballottaggio il 51,86% delle preferenze contro il 48,14% del candidato di centrosinistra e del M5s Riccardo Brezza.  

Il candidato del centrodestra Roberto Scheda è stato eletto sindaco di Vercelli. Al turno di ballottaggio, quando è stato completato lo scrutinio di tutte le 49 sezioni, ha raggiunto il 54,19% dei voti mentre Gabriele Bagnasco, del centrosinistra, si è fermato al 45,81%.  

Marco Piendibene, candidato del centrosinistra e del M5s, è il nuovo sindaco di Civitavecchia. In base ai dati del Viminale, diffusi sul sito Eligendo, è stato eletto con il 54,48% mentre lo sfidante di centrodestra Massimiliano Grasso si è fermato al 45,52% ed è dunque eletto consigliere di opposizione. Entra in consiglio comunale anche Paolo Poletti, un altro candidato sindaco che al primo turno era appoggiato da Fi e da altre tre liste. 

Il centrodestra e i sostenitori festeggiano la vittoria di Adriana Poli Bortone a Lecce. In base ai dati ufficiosi arrivati dalle 102 sezioni ai comitati, il ballottaggio si è deciso per poche centinaia di voti. Poli Bortone è attorniata da numerosi elettori e simpatizzanti che la salutano con applausi e con i cori ‘Adriana, Adriana, Adriana’. L’ex ministra è circondata da tantissima gente. 

Alle elezioni comunali per il sindaco di Perugia, quando sono state scrutinate 63 su 159 sezioni in base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo, al ballottaggio è avanti la candidata di centrosinistra Vittoria Ferdinandi con il 52,70% sulla candidata di centrodestra Margherita Scoccia al 47,30%. 

Testa a testa a Cremona: quando sono state scrutinate 74 sezioni su 76 in base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo, al ballottaggio è avanti il candidato di centrosinistra Leonardo Virgilio al 50,23% sul candidato di centrodestra Alessandro Portesani con il 49,77%.  

Alle elezioni comunali per il sindaco di Rovigo, quando sono state scrutinate 34 su 55 sezioni in base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo, al ballottaggio è avanti la candidata del centrodestra, sostenuta anche da Azione, Valeria Cittadin con il 57,27% sul sindaco uscente del M5S Edoardo Gaffeo con il 42,73%.